Idee

Attenti alla trappola "pricing"

Condividi via Mail
Advisor

Francesco D'Arco

Un'eventuale guerra sui costi potrebbe danneggiare tutta l'industria e dare un grande vantaggio a nuovi competitor digitali.

A 10 mesi dall'entrata in vigore della MiFID II i timori dei consulenti finanziari non si sono ridotti. Anzi. Il 40% dei professionisti ha già registrato un impatto sul pricing medio del portafoglio dei clienti, che equivale a una potenziale riduzione dei ricavi dell'industria di circa 150 milioni di euro. (..) Se, infatti, è vero che in questi anni le reti dei consulenti finanziari hanno registrato importanti tassi di crescita, passando secondo la ricerca di McKinsey dal 23% del mercato nel 2012 al 28% del 2017, e rosicchiando quote alle banche e arrivando a registrare 8 miliardi di ricavi. È anche vero che la MiFID II potrebbe spingere ad una crescita importante di nuovi rivali: le banche digitali. Secondo una simulazione di McKinsey, se le reti non riusciranno a intervenire nel proprio modello di business, adattandolo alla nuova era, nei prossimi anni non andranno oltre il 29% del mercato e il nuovo calo delle banche tradizionali (costrette a scendere dal 73% del 2012 ad un ipotetico 57% tra cinque anni) andrà a vantaggio delle realtà digitali che passeranno dal 4% del 2012 ad un ipotetico 14% tra cinque anni. (..)