Idee

Consulenza Digitale, in Italia è ancora agli albori

Condividi via Mail
Advisor Private

Marcella Persola

Lo studio condotto da McKinsey & Company mostra come ci siano nel Bel Paese dei potenziali di crescita sia a livello digitale, sia a livello di advisory.

Costi di consulenza più elevati rispetto al resto d'Europa e ancora troppa concentrazione sul singolo prodotto invece che sull'insieme del portafoglio. Ecco alcuni dei punti di criticità che emergono dallo studio "Affluent Customer Insight" condotto da McKinsey & Company, che analizza i comportamenti d'acquisto digitali per i prodotti di investimento e per i servizi di consulenza finanziaria da parte dei consumatori affluent. Secondo la rilevazione, nel 2019 il 13% dei clienti affluent italiani hanno preferito investire in prodotti finanziari attraverso modalità completamente digitali. Tale dato, sebbene in crescita in confronto al 2017 (12%), mostra un ritardo rispetto al valore medio europeo, che si attesta al 32%. Questo mostra, secondo lo studio, un grande potenziale di crescita per l'Italia, sia per l'area della consulenza, sia per il digitale. Di queste prospettive e delle differenze tra il contesto italiano e quello europeo ne abbiamo parlato con Cristina Catania, partner di McKinsey & Company. (..)