Idee

Il lusso deve cambiare per tornare a crescere

Condividi via Mail
MF fashion

redazione MF fashion

È quanto emerso dall'analisi elaborata per MFF da Antonio Achille di McKinsey. Primo driver di sviluppo sarà la definizione del portafoglio geografico con focus su Cina e Usa, visto che circa il 50% della crescita da qui al 2025 verrà generata da loro. E poi il digitale, che entro il 2025 correrà fino a rappresentare il 20% del fatturato dei luxury goods, per circa 74 miliardi di euro.

Le strategie messe in campo fino ad oggi dai marchi e dai retailer del lusso hanno fatto il loro tempo. Ora è arrivato il momento di metterle in discussione e ripensarle. Secondo l'analisi elaborata per MFF da Antonio Achille, senior partner, global head of luxury e responsabile consumer e retail per il Mediterraneo di McKinsey, il mercato del nuovo lusso è più impegnativo e i margini di crescita si sono assottigliati. «La crescita avviene soprattutto in forma organica, con meno aperture di negozi (se non, in alcuni casi, con delle chiusure, ndr) e con più attenzione alla penetrazione del traffico», ha spiegato Achille. L'obiettivo è aumentare il numero di clienti in un contesto in cui il traffico nei negozi è in calo e il differenziale di crescita tra vincitori e inseguitori diventa più marcato. (..)