Idee

La conversione al digitale chiede fiducia

Condividi via Mail
Il Sole 24 Ore

Marta Casadei

Per McKinsey il 69% di chi si è rivolto ai canali digitali per la prima volta durante il lockdown continuerà a farlo, uno su quattro (nel complesso) non trova ciò che cercava.

La "sveglia" arriva dai risultati dell'indagine «Digital sentiment insights» di McKinsey segmentati per il mercato italiano. Che confermano quanto le restrizioni imposte dal governo a marzo abbiano influito sull'approccio degli italiani al digitale. (..)

«Ci aspettavamo l' incremento - racconta Andrea Del Miglio, senior partner McKinsey & Company e responsabile digital&analytics per il Mediterraneo -, ma ciò che emerge dalla nostra indagine è che le nuove abitudini sviluppate durante il lockdown sono destinate a durare: il 69% dei nuovi utenti ha ammesso che continuerà a utilizzare il canale digitale con la stessa frequenza anche ad emergenza finita. Quindi, per le aziende che non lo avessero già fatto, è il momento di investire ora in questo canale, puntando non solo su idee buone ma rendendole funzionali ed efficaci». (..) «La mancanza di prodotti e servizi online è un fatto - continua Del Miglio - e le aziende devono cogliere questa opportunità in un momento in cui il livello di digitalizzazione è cresciuto». Certo, non tutte le realtà possono permettersi di implementare in breve tempo una piattaforma: «La soluzione è fare sistema, appoggiandosi ai grossi player che in questo momento stanno lanciando soluzioni anche per i piccoli». (..)