Idee

La leadership durante una crisi: rispondere all’epidemia di coronavirus e alle sfide future

Condividi via Mail
McKinsey & Company

Gemma D'Auria, Aaron De Smet

Per molti dirigenti, la pandemia di coronavirus non è paragonabile a nessun’altra crisi recente. Cinque pratiche di leadership possono aiutarvi a reagire efficacemente.

SCARICA L'ARTICOLO IN FORMATO PDF

La pandemia di coronavirus ha posto grandi sfide ai leader del business e di altri settori. I costi umani imposti dal COVID-19 creano paura tra dipendenti e altri stakeholder. La vasta portata dell’epidemia e il suo andamento imprevedibile la rendono difficile da gestire per i dirigenti. In effetti, l’epidemia presenta tutte le caratteristiche di una crisi su vasta scala: un evento inaspettato o una serie di eventi di enorme portata e straordinaria velocità, che comporta un elevato grado di incertezza in grado di provocare disorientamento, una sensazione di perdita del controllo e forti disturbi emotivi.

Riconoscere che la propria società si ritrova ad affrontare una crisi è la prima cosa da fare per i leader. È un passo difficile da compiere, specialmente durante l’insorgenza di crisi che non arrivano improvvisamente, ma si sviluppano da circostanze familiari che ne mascherano la vera natura. Esempi di tali crisi sono l’epidemia di SARS del 2002-03 e l'attuale pandemia di coronavirus. Riconoscere la possibile evoluzione di una crisi a lento sviluppo richiede ai leader di superare il bias della normalità, che potrebbe indurli a sottostimare tanto la possibilità di una crisi quanto il suo potenziale impatto.

Una volta riconosciuta una crisi, i leader possono cominciare a predisporre una risposta. Ma non possono reagire come farebbero in un’emergenza di routine, ovvero attenendosi a piani sviluppati in anticipo. Durante una crisi, dominata da mancanza di familiarità e incertezza, le risposte più efficaci sono in gran parte improvvisate. Esse possono includere un’ampia gamma di azioni: non soltanto misure temporanee (per esempio l’implementazione di politiche di lavoro da casa), ma anche adeguamenti delle pratiche aziendali già esistenti (come l’adozione di nuovi strumenti per favorire la collaborazione) che possono dimostrarsi vantaggiosi da mantenere anche una volta superata la crisi.

Ciò di cui i leader necessitano durante una crisi non è un piano di risposte predefinite, ma comportamenti e mentalità che impediscano loro di reagire in modo eccessivo agli sviluppi di ieri e li aiutino a guardare in avanti. In questo articolo, esploreremo cinque di questi comportamenti e relative mentalità che possono aiutare i leader a superare la pandemia di coronavirus e crisi future.