Idee

Più tecnologia e automazione - Il Pil può crescere anche dell'1%

Condividi via Mail
Corriere della Sera

Matteo Muzio

McKinsey: l'impatto dell'intelligenza artificiale su lavoro, welfare, salute, scuola e ambiente.

Sin dall'avvento della macchina a vapore alla fine del diciottesimo secolo, la tecnologia ha ridotto le ore di lavoro e aumentato l'aspettativa di vita. Ma quanto influirà in futuro l'avvento delle nuove tecnologie? Uno studio stilato da McKinsey dal titolo «Tech for good» ha tentato di valutare l'impatto della smart automation e dell'intelligenza artificiale sul welfare e sulla crescita del Pil. Analizzando 600 casi di studio, il report afferma che l'aumento potenziale del benessere, una somma di crescita economica e di altre componenti come la salute, il tempo libero e la parità di diritti, possa contribuire entro il 2030 a portare dallo 0,5% fino a un punto di Pil in più all'anno, pari a circa 13 mila miliardi di euro, sia in Europa che negli Usa. Il cambiamento in atto, così come quello della prima rivoluzione industriale, porta con sé anche una quota di «tecnopessimisti», che sottolineano i rischi legati alla perdita di posti di lavoro e all'aumento delle disuguaglianze in favore di chi saprà meglio sfruttare il potenziale dell'intelligenza artificiale. (..)