Idee

Private banking, Italia meglio della Ue

Condividi via Mail
Il Sole 24 Ore

Lucilla Incorvati

McKinsey. In Europa prima riduzione dei profitti del settore dal 2007.

Il 2016 in Europa è stato un anno molto sfidante per il private banking, con riduzione dei profitti del settore (per la prima volta dalla crisi del 2007) dovuta a una limitata crescita delle masse (3%, guidata per il 2% da performance e solo per l'1% da nuova raccolta) e margini di profitto in calo (23 punti base nel 2016 contro i 25 nel 2014) per effetto di una contrazione dei ricavi (da 81 a 77 bps). Sono alcune delle evidenze messe in luce dal rapporto sul settore di McKinsey. E in Italia? «La dinamica è stata simile a quella europea sulla crescita (+2%, quasi interamente per effetto di nuova raccolta) e sostanzialmente in linea con gli anni scorsi sulla redditività (margine di profitto a 31 bps) ­ ha precisato Giorgio Libotte, associate principal di McKinsey.­ Ma per il primo semestre del 2017, invece, le nostre stime preliminari mostrano un tasso di crescita delle masse molto positivo, pari a circa il 4­-5%, quasi interamente per effetto di flussi di raccolta». (..)