Idee

Verso una forte accelerazione dei canali digitali

Condividi via Mail
Retail & Food

Andrea Penazzi

Intervista a Marco Catena, partner McKinsey & Company.

Partiamo dalla GDO, fortemente stressata nel periodo di lockdown e già soggetta a un profondo rinnovamento in termini di spazi, offerta e servizi online. L'emergenza Coronavirus ha "soltanto" accelerato fenomeni già esistenti o ne ha fatti emergere di nuovi?

I servizi di delivery e di click & collect, così come il rilancio del format di prossimità, erano trend già esistenti prima del coronavirus che l'emergenza ha sicuramente accentuato e accelerato. Anche alcune fasce di consumatori più restie all'eCommerce hanno iniziato a preferire il canale online, sebbene siamo ancora lontani, almeno per quanto riguarda l'alimentare, da una completa rivoluzione digitale che coinvolga domanda e offerta. Relativamente alla domanda, durante il Covid-19 abbiamo riscontrato che circa un quarto degli italiani ha cambiato il punto vendita principale per i propri acquisti alimentari, soprattutto a causa delle restrizioni alla mobilità imposte dal lockdown, e che il 15% di loro ha acquistato da un sito web mai consultato in precedenza per prodotti di prima necessità come i generi alimentari e gli articoli per la casa. Generalmente sono la generazione Z e i millennials a preferire l'online, ma durante l'emergenza abbiamo rilevato che anche i baby boomers hanno fatto uso del digitale come mai prima d'ora. Allo stesso tempo non si è spento il desiderio di ritornare al negozio fisico. (..)